SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA’

Essere genitori è un lavoro enorme ed estremamente complesso di equilibrio certosino tra l’amore sconfinato per i figli ed il bisogno di dar loro regole e direzioni. E’ uno slalom tra gli impegni del quotidiano e la fretta, che spesso ci convince che più diamo di materiale e meglio è.

In realtà i figli hanno bisogno di genitori presenti nella giusta maniera sia quando son bambini, che quando sono adolescenti, che quando sono adulti.

E’ un ruolo a vita che cambia, ma che inevitabilmente può incontrare degli inciampi, dei momenti di crisi nella gestione della relazione coi figli. Spesso è una difficoltà di crescita, un disturbo emotivo del figlio, altre volte sono disturbi del comportamento, altre è un bisogno di cambiamento nella distanza relazionale (penso all’adolescenza). A volte è un sentimento di impotenza del genitore, le tante domande che si affollano nella sua testa per svariati argomenti, altre volte è la rabbia, la frustrazione la non accettazione di qualcosa.

I miei percorsi di sostegno alla genitorialità, di durata variabile, partono dal presupposto che il genitore è il vero esperto pieno di risorse, ma che a volte se lo dimentica. Sostenerlo nella sua genitorialità significa aiutarlo a ridisegnare le sue capacità di cura, i suoi pensieri, i sui modi di intendere le situazioni alla luce del suo passato, presente e futuro.

Significa mettermi a fianco dei genitori, essere sempre una loro alleata per aiutarli a trovare il bene del figlio momento per momento. Mai mi sostituirò a loro, ma sarà mia cura approfondire con loro tutta la sfera emotiva e quotidiana per supportarli a trovare nuove soluzioni.